Proposta di legge regionale n. 42 presentata il 14 giugno 2005
Norme per la regolarizzazione delle superfici vitate impiantate abusivamente.

Art. 1 
(Regolarizzazione delle superfici vitate impiantate abusivamente dal 1.9.1993 al 1.9.1998)
1. 
I vigneti impiantati o reimpiantati abusivamente dal 1° settembre 1993 fino al 1° settembre 1998 possono essere regolarizzati su domanda del conduttore ai sensi del Regolamento (CE) 1493/1999 articolo 2 paragrafi 3, 4, 5 e 6.
2. 
Le domande di regolarizzazione delle superfici vitate di cui al comma 1 devono indicare in base a quale lettera del paragrafo 3 dell'articolo 2 del Regolamento (CE) 1493/1999 si richiede la regolarizzazione e sono presentate dal conduttore del vigneto alla Provincia competente.
3. 
La Provincia competente concede la regolarizzazione entro il 31 luglio 2004 nel rispetto di quanto previsto dall'articolo 2 del Regolamento 1493/1999 (CE), dall'articolo 2 del Regolamento (CE) 1227/2000 e dalle disposizioni regionali.
4. 
I soggetti che ottengono la regolarizzazione di cui all'articolo 2 paragrafo 3 lett. a) del Regolamento (CE) 1493/1999 devono versare una somma pari a 25.8 Euro per ogni decara, o frazione di decara, della superficie interessata alla regolarizzazione.
5. 
I soggetti che ottengono la regolarizzazione di cui all'articolo 2 paragrafo 3 lett. c) del Regolamento (CE) 1493/1999 devono versare una somma pari a 520 Euro per decara, o frazione di decara, della superficie interessata:
a) 
nel caso in cui l'impianto sia stato realizzato in terreni ubicati al di fuori delle zone previste e delimitate per la produzione di vini di qualità prodotti in regioni determinate (vqprd), o, se ricadente nelle zone previste e delimitate per la produzione di vini di qualità prodotti in regioni determinate, la composizione ampelografica dello stesso non ne consenta l'iscrizione ad un albo di produzione;
b) 
nel caso in cui l'impianto sia stato realizzato in terreni ubicati in zone previste e delimitate per la produzione di vini di qualità prodotti in regioni determinate (vqprd) e la sua composizione ampelografica sia tale da consentirne l'iscrizione ad un albo di produzione.
6. 
L'accoglimento della domanda di regolarizzazione, e la conseguente regolarizzazione, comportano automaticamente l'iscrizione nell'anagrafe vitivinicola di cui all' articolo 3, comma 1 della legge regionale 13 maggio 1980, n. 39.
Art. 2 
(Regolarizzazione dei vigneti impiantati anteriormente al 1.9.1987)
1. 
Sono da considerarsi regolari i vigneti impiantati o reimpiantati contravvenendo alle norme vigenti anteriormente al 1° settembre 1993, iscritti nell'anagrafe vitivinicola di cui all' articolo 3, comma 1 della legge regionale 13 maggio 1980, n. 39 entro il 15 luglio 2004 attraverso la dichiarazione delle superfici vitate.
2. 
Le ritardate iscrizioni derivanti dall'applicazione del paragrafo precedente sono soggette al versamento a favore della Provincia di una cifra pari alla sanzione prevista all'articolo 1 paragrafo 4 che è sostitutiva delle sanzioni per ritardata iscrizione nell'anagrafe vitivinicola di cui all' articolo 3, comma 1 della legge regionale 13 maggio 1980, n. 39.
Art. 3 
(Urgenza)
1. 
La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'articolo 45, comma 6, dello Statuto della Regione Piemonte ed entra in vigore nel giorno della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.