Legge regionale n. 28 del 21 dicembre 2018  ( Vigente )
Incorporazione del Comune di Castellar nel Comune di Saluzzo in Provincia di Cuneo.
(B.U. 21 dicembre 2018, 4° suppl. al n. 51)

Il Consiglio regionale ha approvato

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Promulga

la seguente legge:

Art. 1. 
(Finalità)
1. 
Il Comune di Castellar è incorporato nel Comune di Saluzzo in Provincia di Cuneo.
2. 
La denominazione del comune incorporante Saluzzo rimane invariata.
3. 
La modifica di circoscrizione del Comune di Saluzzo derivante dall'incorporazione, esperito il referendum consultivo comunale e come risulta dalla cartografia allegata alla presente legge (allegato A), decorre dal 1° gennaio 2019.
Art. 2. 
(Adeguamento statuto )
1. 
Lo statuto del Comune di Saluzzo prevede che alla comunità di Castellar sono assicurate idonee forme di partecipazione e di decentramento dei servizi ed è in tal senso adeguato entro tre mesi dall'entrata in vigore della presente legge regionale.
Art. 3. 
(Organi di governo e successione della titolarità dei beni e dei rapporti giuridici)
1. 
Il Comune di Saluzzo conserva i propri organi di governo, mentre gli organi del Comune di Castellar decadono alla data di entrata in vigore della presente legge.
2. 
Il Comune di Saluzzo conserva la propria personalità giuridica e succede in tutti i rapporti giuridici al Comune di Castellar.
Art. 4. 
(Contributi regionali)
1. 
La Regione, nei limiti di cui all'articolo 6, eroga incentivi finanziari al comune derivante da incorporazione nella misura e per la durata stabiliti dai criteri approvati dalla Giunta regionale con propria deliberazione, ai sensi dell' articolo 11 della legge regionale 28 settembre 2012, n. 11 (Disposizioni organiche in materia di enti locali).
Art. 5. 
(Delega alla Provincia di Cuneo)
1. 
I rapporti conseguenti alla modifica della circoscrizione comunale del Comune di Saluzzo a seguito dell'incorporazione del Comune di Castellar, sono definiti dalla provincia di Cuneo ai sensi dell' articolo 5 della legge regionale 2 dicembre 1992, n. 51 (Disposizioni in materia di circoscrizioni comunali, unione, incorporazione e fusione di Comuni, circoscrizioni provinciali).
Art. 6. 
(Disposizioni finanziarie)
1. 
Nell'ambito delle previsioni di cui all'articolo 4, il contributo una tantum al Comune di Saluzzo è riconosciuto, nell'esercizio finanziario 2019, in euro 130.000,00 a valere sulle disponibilità destinate al finanziamento degli incentivi alla fusione ed incorporazione di enti locali stanziate nell'ambito della missione 18 (Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali), programma 18.01 (Relazioni finanziarie con le altre autonomie territoriali), titolo 1 (spese correnti) del bilancio di previsione finanziario 2018-2020.
2. 
Nell'ambito delle previsioni di cui all'articolo 4 il contributo annuale al Comune di Saluzzo, nei limiti di cinque annualità, è riconosciuto in euro 26.000,00 per ciascuno degli esercizi finanziari 2019 e 2020 a valere sulle disponibilità destinate al finanziamento degli incentivi alla fusione ed incorporazione di enti locali stanziate nell'ambito della missione 18 (Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali), programma 18.01 (Relazioni finanziarie con le altre autonomie territoriali), titolo 1 (spese correnti) del bilancio di previsione finanziario 2018-2020. È, altresì, autorizzata l'assunzione di contributi annuali nei limiti di euro 26.000,00 per ciascuno degli esercizi finanziari 2021, 2022 e 2023, che troveranno iscrizione nei relativi bilanci.
Art.7. 
(Dichiarazione di urgenza)
1. 
La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell' articolo 47 dello Statuto ed entra in vigore il giorno della sua pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione Piemonte.

La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Piemonte.

Data a Torino, addì 21 dicembre 2018
p. Sergio Chiamparino Il Vice presidente Aldo Reschigna